Opere teatrali e poesie

Teatro: opere teatrali e poesie, sceneggiature teatrali di Luisa Magarò
   Storia  -  Tecniche  -  Critiche  -  Gallery  -  Book  -  Contatti  -  Home

Testi e foto di opere teatrali

Il teatro costituisce per me una grande passione non solo per quanto riguarda la recitazione ma anche per la sceneggiatura che ci offre l'opportunità di pensare e rappresentare qualcosa che altrimenti non potremmo esprimere.

Negli anni della mia passione teatrale, oltre a recitare, ho scritto alcuni brevi monologhi femminili, tra cui uno comico e una piece teatrale.

opere teatrali e artistiche

Poesie

Suggestioni dalla "Cronaca dell'Akasha" di Rudolf Steiner.
Pianeti

O luna, luna
lontano mito passato
dai luce alla nostra ombra
e costruisci l'ossatura animica 
della nostra generazione.

O sole,
tu batti dentro di noi
al ritmo del sangue 
e rifletti nel mare
delle nostre passioni.

O terra,
sorella e madre
plasmi e ti lasci plasmare
ancora ci permetti di gustare
il ritmo delle stagioni
i tuoi frutti
i tuoi colori 
il profilo delle tue immagini
creano quel desiderio
che dà corpo
all'infinita 
voglia
di vivere.
Forse

Forse è importante
chi sei tu
chi sono io
fratello mio
diventa importante
dove sei tu
dove sono io
diventa importante anche
il tuo, il mio tempo,
fratello mio
e ancora importante 
il tuo, il mio sentire
il tuo, il mio ricordare,
il tuo, il mio pensare
ma forse più importante è
sapere che
dove vai tu
vado io
fratello mio
in quell'unico pulsare 
della terra
un unico cuore
perchè
quando guardiamo la luna
io sospiro
tu sospiri
fratello mio
e se guarisci
io sono felice
fratello mio.

Lettera a un amico

Non mi lasciare
sono piccola, malata
Non mi sporcare 
sono ancora vera
Non buttarmi via
sono ancora viva
e se sprofondo
e rotolo giù
nell'abisso
tu muori con me.
Lasciami solo dell'acqua
quel goccio di vita
lasciami solo l'ombra
del tuo calore
perchè io sono
qui con te
io, non ti abbandono 
io.

Firmato: 
La tua terra,
la tua anima.
I figli del sole

I figli del sole
girano a testa in giù
tra luce e tenebre

I figli del sole
nuotano tra le nuvole
nell'armonia di forme
eteriche

I figli del sole
covano nel crepuscolo
germi vitali 
in movimento

e l'uomo nasce
pianta viva 
d'umanità
libertà e autonomia
sono la fiaccola
della sua nuova
conquista.

Tramonto

Sparire
sotto la terra
tranquilla
odio la rigidità
e tutte le volte che lo sono stata
Arrivare
dove?
gioco qui
la malattia
del vivere
e stare
con gli altri
gustare
la luce dolce e sottile
dell'inverno
ed è qui che voglio essere
di fronte al tuo vuoto
cullata dalla debole e femmina
malinconia
bevendo
un silenzio amaro, 
intenso come questo porto
e lascio il cielo 
solo
dispiegare all'infinito
con un flebile sole
il messaggio del tempo.
Una lacrima

Chiudo gli occhi
e ti rivedo
un brivido mi percuote
come una ferita
sei quel fiore appassito
staccato prematuro
stecchito ancor prima di brillare
mi brucia il cuore
apro gli occhi
e ti rivedo
lì davanti a me
a fianco, o forse dietro
ovunque
sento il tuo sguardo
sei presente
in ogni volto di donna
i tuoi lineamenti
ricordano tempi 
ora felici, ora tristi
quando potevo porgerti la mano.
Chiudo gli occhi
e ti rivedo
in un fascio di luce ti abbraccio
semplice come bimba
ma forte e presente
come la malattia che ti ha consumata
e questa lacrima è per te
sorella
ancora.
Luisa Magaro'

Chi cerca Opere e sculture in ceramica, sculture in pietra, sculture in legno, sculture in gesso, sculture in marmo, lavorazione terra cotta, arte, teatro e articoli

Trova Luisa Magarò - Via Macallè n.10, 47900 Torre Pedrera di Rimini - E.mail: luisa.lak@libero.it - Cell. (+39) 333.1872241